• Realizzazione siti internet Brescia

    Realizzazione siti internet Brescia

  • Posizionamento sui motori di ricerca

    Posizionamento sui motori di ricerca

seo

Posizionamento siti web

Come ottenere un buon posizionamento per i siti web.

Alcuni consigli base e alcuni errori da evitare.

Realizzare un sito internet oggi, vuol dire principalmente riuscire a ritagliarsi uno spazio più o meno grande sulla rete.

Siti web vetrina, per la maggior parte delle aziende, hanno poco senso anzi se fatti in modo approssimativo possono solo danneggiare l’immagine dell’azienda.

L’ideale sarebbe riuscire a pubblicare un sito web ed essere presenti nella prima pagina di google con tutte le parole chiave che descrivono la nostra attività o i nostri prodotti.

Il problema è che di default, i risultati della ricerca di google sono solo 10 (tolti quelli sponsorizzati), e quindi non è sicuramente semplice riuscire a essere presenti tra questi.

E allora cosa bisogna fare per raggiungere un buon posizionamento per il nostro sito web ?

L’unico vero trucco che conosco, e che in alcuni casi fatico a trasmettere ai clienti è la passione.

Si avete capito bene, la passione. La stessa passione che viene messa nel lavoro, deve essere presente anche sul sito web.

Quindi è molto importante spiegare nei minimi dettagli tutte le sfaccettature del prodotto, o delle lavorazioni, inserire approfondimenti e link ad altre pagine del sito, pdf da scaricare.

Scrivere i contenuti del nostro sito, le schede prodotto, il profilo aziendale in modo molto chiaro ma anche approfondito.

Inserire link a risorse esterne che ulteriormente approfondiscono l’argomento di cui stiamo parlando.

Un sito internet ricco di contenuti approfonditi, con link tra pagine del sito che parlano di argomenti correlati sicuramente ci garantirà la presenza nelle prime posizioni delle serp di google.

La cosa importante è la pertinenza. Google premia la pertinenza.

Facciamo un esempio.

Se una pagina del nostro sito web si chiama ad esempio verniciatura a polvere alcune regole base da applicare alla pagina sono:

  • L’url della pagina dovrebbe essere nomedominio/verniciatura-a-polvere.html
  • Nel meta tag title della pagina dovrebbe comparire “verniciatura a polvere”
  • Il tag meta description dovrebbe contenere una breve descrizione di quello che andremo leggere nell’articolo, ovviamente comprendendo la parola chiave verniciatura a polvere
  • il tag meta keywords dovrebbe contenere alcune parole chiave inserite nei contenuti, tra cui la parola chiave principale
  • Nel corpo della pagina dovrebbe comparire il tag h1 contenente appunto la nostra parola chiave
  • Potrebbero comparire anche altri sottotitoli ma con tag diversi dall’h1.
  • Il contenuto della pagina dovrebbe essere contenere immagini con tag alt e title e link con tag title che rispecchiano come testo il contenuto di destinazione

Con queste semplici regole, saremo già a un buon di partenza per ottenere un buon posizionamento per il nostro sito web.

 

Vorrei un sito dinamico ed emozionante

Mi capita spesso, quando incontro un cliente, di sentire frasi quali “Vorrei un sito dinamico”, “Il mio sito deve stupire”, “La homepage deve essere emozionale”.

Tutte le volte penso: “Fare questo sito sarà un inferno”.

Quello che mi sconcerta, è che quando un cliente vuole creare il sito internet della sua azienda, non pensa a chi si rivolgerà e alle funzionalità o servizi che dovrà offrire ai suoi visitatori, ma tutto lo sviluppo è rivolto alla sua soddisfazione (che vuol dire principalmente effetti grafici) e nei casi peggiori di qualche amico dell ‘ amico che “smanetta” sui computer.

Talvolta quando spiego perchè ragionare in questo modo non è corretto vengo quasi preso per pazzo o nella migliore delle ipotesi non ascoltato.

Per fortuna nella maggioranza dei casi, riesco poi a convincere il cliente con dati ed esempi oggettivi.

Ma perchè un approccio come quello del cliente è sbagliato ? Perchè quando si crea un sito internet, la prima cosa alla quale bisogna pensare è perchè si sta facendo il sito e a chi è rivolto.

Penso che sia fondamentale, soprattutto oggi, pensare a tutte le componenti del sito, navigazione, contenuti, usabilità avendo ben chiaro il target di riferimento.

Ad esempio, un sito rivolto a persone ultrasessantenni come andrebbe fatto? Alcuni punti.

– Sfondo bianco, testo nero.

– Font standard con una dimensione abbastanza grande

– Link di navigazione ben chiari e visibili, link ad eventuali servizi offerti e/o promozioni ben visibili e su tutte le pagine.

– Titoli delle pagine grandi ed evidenti

– Tutte le pagine del sito stampabili.

– Cercare di mantenere il contenuto della pagina senza dover scrollare troppo

– Indirizzi e numeri di telefono ben visibili su tutte le pagine

Alcune volte penso a siti di successo mondiali, quali Amazon, Ebay, lo stesso Google o Facebbok, e mi rendo conto che di emozionale o dinamico c’è davvero poco e…sono contento.

 

 

Realizzazione siti internet, le mie linee guida

Realizzare un sito internet non è mai stato facile, ma oggi è davvero dura.

I competitors crescono (e muoiono) come funghi, la concorrenza è sempre più agguerrita ed i posti (risultati delle serp) sono sempre gli stessi, 10 per la prima pagina.

E allora come fare ?

Sicuramente è necessario pianificare con cura la realizzazione del sito, avere ben chiari gli obiettivi che si vogliono raggiungere facilita molto le cose.
In alcuni casi un ‘ analisi approfondita potrebbe anche farci capire che NON conviene fare un sito.

Nella maggior parte dei casi però una valutazione preventiva e approfondita del mercato di riferimento e dei competitors ci permette di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Questo comporta però molto tempo speso a ragionare sia sulla tipologia di sito web da realizzare che sui contenuti.

I contenuti sono una parte molto importante per ottenere un sito web di successo e strutturarli come si deve ci permette di indicizzare le nostre pagine.
Un altro fattore importante è il codice con cui si sviluppa il sito, ci sono regole da rispettare affinchè Google apprezzi il nostro lavoro e quindi ci premi.

Ecco una serie di link utili per approfondire:

Gruppo di Assistenza ai Webmaster di Google
http://googlewebmastercentral.blogspot.com/

Google Webmaster Central Blog
http://www.google.it/support/webmasters/

Linee guida di Google riguardanti il design, il contenuto, gli aspetti tecnici e la qualità dei siti internet
http://www.google.it/webmasters/guidelines.html

Le parole chiave per l’indicizzazione di un sito web

Immagine di una chiaveSpesso alcuni clienti hanno le idee chiare sull’indicizzazione sui motori di ricerca del proprio sito, talvolta invece sono completamente fuori strada.

Un grave errore che viene fatto è ad esempio è  utilizzare i nomi dei prodotti come parola chiave o ancora peggio il nome della ditta, a meno che non siate multinazionali o grosse aziende a livello nazionale questa NON è la strada giusta.

La domanda che bisogna porsi quando vogliamo indicizzare un sito internet è: “Cosa cercherà un mio potenziale cliente per trovare un mio prodotto ?”, spesso i committenti credono di sapere la risposta e quindi inziano una serie di riunioni insieme al marketing, o ai propri collaboratori disquisendo sul numero di parole chiave e la loro presenza o meno nella lista da fornire a noi sviluppatori web.

Ci sono due modi molto più semplici per sapere quali parole chiave utilizzare per l’indicizzazione del proprio sito, e ci vengono forniti proprio da Google.

Il primo è Google trend

Si tratta del database di parole chiave più grande al mondo e non solo. Questo strumento oltre a fornirci informazioni sulle parole chiave, ha al suo interno varie classifiche / informazioni, riguardo le tendenze e quindi le parole emergenti ovvero quelle nel momento in cui cerchiamo o, nell’arco di tempo selezionato, sono più digitate.
Molto interessanti sono anche le varie sezioni, relative alle ricerche semantiche come ad esempio le ricerche: “perchè piove ?” oppure “cosa significa Selfie?”, è possibile addirittura andare a vedere regione per regione tutti i termini correlati nell’arco dell’anno e farsi un ‘idea delle ricerche degli utenti.

Il secondo è Adwords Keywords Planner per poterlo utilizzare è necessario accedere al sito google adwords.

Anche questo strumento ci fornisce informazioni e suggerimenti sulle reali parole chiave cercate dall’utente, ed è molto efficace anche nel fornire stime sull’afflusso dei visitatori con la tal parola chiave se ovviamente fossimo in prima pagina nei risultati di google.

In conclusione, nella maggioranza dei casi  le parole chiave da indicizzare per un sito internet un buon professionasta dell’indicizzazione le trova da sè. La cosa importante sicuramente da discutere con il committente è capire da chi si vuole far trovare, e per quale prodotto o area merceologica.

Consigli utili sulla realizzazione di un sito web

Realizzazione di un sito web

Il web è in continuo divenire, gli utenti che si approcciano ad internet sono sempre più numerosi e anche l’età degli stessi è sempre più alta.
Non necessariamente si parla di utenti con uno skill informatico di base o legati al mondo internet, anzi il “mercato” legato a gente con una competenza digitale minima o nulla si sta ampliando sempre di più.

E’ proprio per questo motivo che è fondamentale, quando si realizza un sito web, un’applicazione o un sito di e-commerce fare molta attenzione alla user experience.

La user experience comprende una serie di valori quali: le senzazioni che proviamo quando utlizziamo un prodotto o fruiamo di una tecnologia o nella fattispecie quando visitiamo un sito web.
Sensazioni quali, affidabilità della soluzione, competenza e semplicità di utilizzo possono influire sulle scelte dell’utilizzatore, anzi solitamente una “cattiva” user experience condiziona in modo pesante e irreversibile le azioni
dell’utente allontanandolo per sempre.

Un link interessante per approfondire: http://www.inspireux.com/

E’ quindi molto importante valutare attentamente, nel caso di una pagina web ad esempio, dove posizionare una barra di navigazione, un immagine, un link che prevede un’interazione da parte del visitatore.

Consiglio

Su progetti articolati, solitamente è consigliabile l’utilizzo di mockup per la realizzazione di prototipi di navigazione, in modo che si possano definire spazi, ubicazione degli elementi, e processi di navigazione senza che la “grafica” sposti l’attenzione su aspetti meno importanti almeno nella fase di progettazione.

A questo indirizzo è possibile valutare o scegliere alcuni di software per realizzare mockup di qualità: http://codecondo.com/free-wireframe-tools/

Link Building e dintorni

Link building: alcuni suggerimenti

Tra le attività che è necessario fare per riuscire a posizionare al meglio possibile un sito internet il link building è sicuramente una fra le più onerose e anche delicate.
Si tratta di un azione manuale di inserimento del link al sito web in oggetto, in varie directory dalle precise caratteristiche, dalla creazione di comunicati stampa ed editoriali.
Ogni singola pubblicazione/inserimento avrà un link che rimanderà al nostro sito.

Fino a qui: tutto bene.

Il problema è quando non viene effettuata una scelta corretta relativamente alle varie directory e/o siti dove andiamo ad aggiungere il nostro link o la nostra scheda.
Una scelta sbagliata causerà un vero e proprio disastro per il nostro lavoro di posizionamento sui motori di ricerca, google ci penalizzerà affossando il nostro sito.
Tra l’altro per capire di avere dei problemi con l’indicizzazione sicuramente servirà un pò di tempo.
Nel caso di un sito web appena pubblicato, noteremo che nonostante gli sforzi per l’indicizzazione, il nostro rank nelle serp sarà sempre molto scarso, diversamente nel caso di un sito pubblicato sarà evidente una drastica perdita di posizioni.

La soluzione a questo problema è andare a rimuovere / rifiutare i link in ingresso utilizzando la funzione rifiuta link messa a disposizione da “google strumenti per webmaster“, selezionando il dominio per il quale vogliamo rifiutare i link, e uploadando un file di testo contenente i link che vogliamo bannare.

I risultati di questa azione dovrebbero essere abbastanza immediati.

Link per accedere alla funzione rifiuta link

Link alla pagina del supporto di Google

Siti web – Le fasi della realizzazione

Siti Web come procedere

Realizzare un sito web, prevede l’adempimento di varie fasi al fine di creare un prodotto di qualità.

Spesso ci troviamo ad affrontare progetti complessi, e senza una linea guida potremmo arrivare ad un certo punto a non riuscire più a gestire il nostro lavoro.

Nell’immagine schematizzate le 7 fasi per la realizzazione di un sito web.